© 2017 Ebris Foundation

LA STORIAsegue...

Il Monastero di S. Nicola della Palma

Il monastero di S. Nicola della Palma nasce nell’anno 1060, all’epoca dell’Episcopato di Alfano I. La denominazione “della Palma” si deve alla chiesa che, nata nel secolo precedente, per volere del Principe Gisulfo I, esisteva proprio in quel luogo con il titolo di “S. Nicola alla Palma”. Tale nome deriva da un imponente cipresso che si ergeva nei pressi, il cui aspetto di maestosità ed ampiezza lo rendeva più affine alla famiglia delle palme che a quella delle conifere. Esso divenne simbolo di quel luogo, tanto che lo si ritrova effigiato anche al centro dello stemma conventuale.
Il convento venne detto anche subtus acquam perché attraversato da un rivo d’acqua chiamato di S. Leo che scaturiva da una sorgente ai piedi del monte, utilizzata per i bisogni della casa monastica e della parte alta della città.

Il monastero rimase di vocazione benedettina fino al 1407, quando per istanza della regina Margherita di Durazzo passò ai Frati Minori Osservanti di ordine francescano, che ampliarono le strutture verso ovest.